FIVETTA volantino fronte social

24 panze, Casaidea e il maschio tardifaro

Scritto da Petaloblu. Postato in la teiera incinta

15 Aprile 2013
gommine da fb
Non sono in vena di racconti, ho il prolasso dei sensi.
Queste sono le gommine dei miei sogni colorati da piccola. Da piccola sognavo a colori e gommoso. Era molto semplice quanto inestimabile.
Il 22 grande visita da dottoressa di poliabortività espertita e di malattie autoimmuni.
Ci vado e le dico:
“ Gioia, io paura di te tanta. Io no poliabortiva. Io autoimmune e non voglio poliabortiva. Aiuta me”.
Speriamo.

Penso che ho detto giusto al supervisore : 
“ Funziona così, purtroppo. Vai da uno specialista e quello ti segue bene e magari pure meticolosamente solo su quell'aspetto, sul suo campo di specializzazione.
Per il resto ..attaccate!

Ho imparato questo e, di conseguenza, ho incastrato.
Ho incastrato incontri tra specialisti, gambe allargate a sorrisi forzati, sconocchiamenti necessari in basso a sinistra per far funzionare in alto a destra. Ho imparato l'arte della cura fai da te. Un puzzle vivifico.
Perchè sì, l'endocrinologo fashion ikea che io adoro mi ha parato il TSH, T3, T4 e forzasette ma se non avessi letto tutti i bugiardini dei pasticconi e se non avessi fatto la maniaca dei siti web
col cetriolone di Gaeta avrei scoperto che la SOIA rema contro il tirosint!
Col ravanello di Alsazia avei scoperto che broccoli e broccoletti vade retro!
E che con le alghe mi ci devo fa le sciarpe d'inverno e gli zoccoletti d'estate!

Cò Arame, Wakame e sciarpame diventi la meno autoimmune del reame.”

E Charlie? Troveremo un andrologone e intanto impazzisce. Povero. Ogni mese farebbe prima a fasciarsi la testa di assorbenti lines seta ultra e restare lì, ovattato in un mare di buscofen.
Lo adoro.
E' un cretino. Non ascolta. Ed è lento. Maschio quindi tardifaro..cioè che tarda!
Ma lo adoro. E di spalle è troppo attraente, ha la schiena ca pare l'Etna...possente, eruttifera. 


L'amore è cieco peddavvero.


Ventiquattro. Anche un'altra mia amica è incinta. Con Belen venticinque. 

Quindi, come sempre, e che rimbombi nell'etere per regalare un pezzo di cielo a chi come me, come noi, si chiede, da varie distanze:

PERCHè IO NO?

Vabbè.
Faccio un gioco: sono un'altra donna. Sono, oggi, Mulan. Ma siccome non ho visto Mulan sono solo una con i capelli longhi e belli e snella che magari sa ballare la salsa e la meringa ma sempre con grande eleganza. Non come me, che dopo due salti spiro timorata di asma e arranco di sciatica volatile. Se accenno un passo di klezmer praticamente mi smonto come un lego di antica generazione, di quelli che se li incastri per dividerli devi mangiarti gli omogeneizzati e le mozzarelle di bufala per 3 mesetti. 

Io e mia sorella una volta dall'ottico abbiamo accarezzato e abbracciato una bella pianta per un'oretta buona. Poi a casa avevamo le mani mummificate di aghi e spilloni perchè le piantine erano grasse e piene di spine quindi all'asilo i miei lego li prendevano gli amichetti perchè io ero poeticamente monca, cioè non potevo muovere le mani perchè erano spillate.
Da quel giorno, secondo me, m'è partita la miopia.
Regressione dovuta alla parola lego.
Sogno tanto la mia pancia...saprà sicuramente piangere quanto giocare.
Bevo passerina del Frusinate e scrivo menate, tra l'altro, non contenta, le scrivo pubbliche quindi farei meglio a piantarmi in mezzo alle piante del giardino fingendomi cespuglio.

Domani andrò in quella Chiesa famosa dove mi porta un legame che và oltre il mio non essere cattolica, un legame destinato che mi ha portato appeso davanti il caledario il quarzo rosa di una famiglia con una storia molto bella. 

Vetiquattro. Rimbomba. Ma rimbomba di più l'idea, l'immagine di ciò che loro possono ora vivere e noi no.
Vabbè. 
La mia primavera mi ha portato tanto. Un Cornus di fulmine, il cui nome è poco promettente ma molto incoerente con tutto il contesto in cui è stato accolto quindi ci sta. E tra l'altro, il Cornus, è molto Zen. Se mi metto un rossetto rosso fuoco, prendo una sciabola e mi liscio i capelli di hennè faccio Lucy Liu in Kill Bill nel pisolino pomeridiano.

cornus fiore di cornus


Campanelline e un prunus da riassestare o da lasciare andare.
Secondo me è solo triste, il prunus intendo, o forse ha voluto salutare un tempo passato per darci la possibilità di rivivere una nuova primavera.

Bhò.

campanellinus  primaveria


Ventiquattro.
Porca miseria quante. 
Ventiquattro gravidanze moltiplicate per sé fanno moltitudini di gioie e felicità sconfinate.
Ma rimbomba più del ventiquattro una strana sensazione, di cambiamento direi. 
Ed è frizzicarella l'aria e tutto si colora di nuove prospettive o addirittura, aspettative. 

E mentre volteggio in una favola nuvolosa che cambia forma di volta in volta a seconda del momento, assecondando ciò che accade, mi chiedo..col cuore in mano:

MA PERCHè CASAIDEA HA TAPPEZZATO ROMA DI MEGAPOSTER CON DISEGNATE POLTRONE DI CUI UNA SEMBRA TOTALMENTE INEVITABILMETE SERENAMENTE e APPASSIONATAMENTE 

UN CONDOM?

casaidea

DITEMI CHE NON VEDO CONDOM MORTI SOLO IO. DITEMELO.

In generale e in Passerina del frusinate
che sia per tutte una primavera sincera, di quelle che fanno eco e risuonano in tutto il corpo con note sconosciute ma da tempo cercate, desiderate.

Che sia una rinascita.

(E se volete l'eucarestia presentatevi ore pasti quivi.)


Lascia il tuo commento

Post comment as a guest

0
termini e condizioni.
Testi e foto sono di proprietà di "ealloraseiincinta?"
Copyright © 2012

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.